chroot – Riparare Ubuntu quando non si avvia

Avete combinato pasticci e Ubuntu non si avvia? Avete perso la password? Grub fa i capricci e non si avvia nulla? Niente paura questo è l’articolo giusto!
Con Ubuntu possiamo fare modifiche al sistema anche quando non si avvia più, semplicemente utilizzano la live( inserendo il cd di ubuntu all’avvio e selezionando “Prova Ubuntu”).

Grazie a chroot ( rimando a wikipedia per approfondimenti http://it.wikipedia.org/wiki/Chroot ) possiamo lavorare come se lo stessimo facendo al sistema installano sul nostro computer senza che esso venga avviato! Il procedimento è davvero molto semplice. Come detto in precedenza è necessario avviare la distribuzione live. Una volta avviato il sistema aprire un terminale( scorciatoia da tastiera: ctrl + alt + T ).
Cosa molto importante è sapere su quale Hard Disk e/o partizione è installato il sistema operativo. Se non ci ricordiamo più possiamo fare affidamento a fdisk

Ora che abbiamo la live avviata e sappiamo su quale disco risiede l’installazione è sufficiente dare questi semplici comandi, nel quale viene supposto che l’installazione risieda in /dev/sda2

sudo mount /dev/sda2 /mnt/
sudo mount  –bind /dev /mnt/dev
sudo mount  –bind /proc /mnt/proc
sudo mount  –bind /sys /mnt/sys
sudo chroot /mnt  /bin/bash

ATTENZIONE: sostituire /dev/sda2 con il proprio dispositivo, altrimenti l’operazione non andrà a buon fine! Tutti i comandi non dovranno restituire alcun output!

Una volta fatto questo possiamo procedere con le varie operazioni a noi necessarie.Tutti i comandi e le modifiche effettuate, tramite il terminale o la consolle su cui abbiamo dato i precedenti comandi, verranno eseguite sul sistema montato.

Una volta finito sarà sufficiente uscire e smontare le partizioni montate con i seguenti comandi:

exit
sudo umount /mnt/dev
sudo umount /mnt/proc
sudo umount /mnt/sys
sudo umount /mnt/

Spero di essere stato chiaro ed esaustivo 🙂

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *