Quattro mesi come animatore

Questo non è uno dei tanti articoli che scrivo solitamente su qualche nuovo sito web, il rilascio di un nuovo software, o una guida su come fare qualcosa.
No, è un articolo su un esperienza, una fantastica esperienza  della durata di 4 mesi come Animatore.

Stanco della solita vitaccia, in una valle senza svaghi per i giovani, lo scorso inverno decido di fare una stagione da Animatore. Mi informo, leggo qualcosa sul web e alla fine grazie anche a un amico di vecchia data, il quale ha fatto questa esperienza l’anno precedente, mi convinco e chiamo l’agenzia: la FIATS Animazione. Mi risponde Marco, il responsabile delle risorse umane, appare disponibile, risponde ai miei mille quesiti e dubbi ed alla fine mi convince definitivamente.

logo fiats animazione

A marzo  faccio un mini-corso della durata di 3 giorni presso l’Euro Camp di Cesenatico. Dista un paio di chilometri dalla stazione del treno, ma hanno organizzato una navetta. Alla selezione vengono presi quasi tutti. C’è carenza di animatori, quindi quasi impossibile non passare la selezione.
Alla fine dei 3 giorni firmo uno pseudo contratto e Marco mi assicura un posto di lavoro per l’estate. Il prossimo appuntamento è 10 maggio sempre allo stesso “hotel”.

Il 10 maggio mi alzo presto, vado a votare e subito dopo a prendere di corsa il treno per Cesenatico. Il corso dura una settimana. Un corso duro sotto ogni punto di vista:
Si è impegnati tutto il giorno in attività riguardanti l’animazione, ma in maniera più concentrata, si balla sotto il sole, si recita, si disegna, si imparano baby dance, e moltissimo altro. Durante le attività non è consentito l’uso di cellulari, in alcune nemmeno bere. Non conosci nessuno, ma non è difficile creare nuovi rapporti ed amicizie in tale ambiente, tempo mezza giornata e conosci almeno la metà delle 80 persone che stanno facendo il corso. Questo anche “grazie” alle orribili camerate(passatemi il termine) del Euro Camp.
Due parole sulla struttura… no forse è meglio di no 😀
Settimana intensa e durissima, alla fine della quale ho firmato un contratto, lavoro fino al 31 agosto.

stage fiats 2015 euro camp

Per chi veniva da lontano come me, c’era la possibilità di iniziare subito. Marco mi aveva informato anticipatamente di tale possibilità, e pur di risparmiarmi 12 ore di treno(6 andata e 6 al ritorno) e più di 60€ ho colto la palla al balzo.

Vengo assegnato a Pasquale, un ragazzo giovane e che fin da subito mi da una buona impressione. Veniamo accompagnati al Hotel Executive di Cesenatico uno degli Hotel del Club Family Hotel. Pasquale sembra essere il padrone dell’Hotel, ci assegna delle camere. L’hotel è tutto nostro, non c’è nessuno, dobbiamo arrangiarci, ci viene fornito tutto, cibi, bevande, asciugamani…. tutto.

Il giorno dopo facciamo un meeting per parlare di cosa ci aspetta nel corso della settimana, su cosa sono i Family Hotel e su quello che è il lavoro. L’hotel ha una presenza media di 450 persone nel corso del intera stagione. L’hotel è sempre pieno eccetto qualche camera libera a maggio ed a settembre.
Finito il meeting ci mettiamo subito al lavoro. Per una settimana abbiamo messo a posto le nostre attrezzature, provato baby dance e scattato qualche foto.

animazione club family hotel 2015

Terminata la settimana l’hotel apre e Cristian diventa il nostro capo animatore. Noi veniamo spostati in degli alloggi per il personale vicino al Hotel, accettabili.

Se alla selezione venivano presi praticamente tutti una volta avviata la stagione le cose cambiano. I ritmi sono duri, si dorme poco, si è impegnati tutto il giorno e le pause sono inesistenti. Durante gli orari di pausa infatti si creano costumi, coreografie, si provano scene di cabaret si disegnano, stampano e ritagliano programmi e volantini per la settimana, si fanno lavori di carpenteria per il palco, lavori di elettrica per riparare le luci e molto altro. Personalmente ho anche rifatto un impianto elettrico.
Alcune persone mollano, altre vengono spostate in strutture più piccole e calme, altre vengono definitivamente salutate.

Per il primo mese e mezzo non c’erano pause. Alle 9 dovevamo essere in hotel, alle 10 in spiaggia, a mezzogiorno si rientrava nuovamente in hotel e una volta finito di mangiare, chiusa la boutique e fatto il gioco souvenir cerano tutti i preparativi. Alle 16 si riattaccava in spiaggia fino alle 18 dove avevamo un ora di pausa per farci la doccia, per poi tornare in hotel a preparare la serata. Una volta finito, verso le 23 circa continuavamo con le prove e i preparativi per un paio di ore e poi…. si usciva! 😀

Dopo un mese ad uscire ogni sera ed a dormire 4 ore per notte la stanchezza si inizia a sentire, si inizia ad uscire sempre meno. Allo stesso tempo più si va avanti e più cose già pronte ci sono. Specialmente se le cose erano state fatte bene. Una volta passato ferragosto infatti il tempo libero è aumentato esponenzialmente. Sabati liberi, più mezza giornata a testa a turno durante la settimana. Io riuscivo a farmi due belle giornate al mare. Infatti se sabato era libero per tutti, eccetto a chi toccava accoglienza, avevo anche il giovedì mattina libero. Questo voleva dire che fino alle 16 potevo fare ed andare dove volevo. Io sfruttavo la cosa andando al mare e rimanerci li fino alle 16, orario in cui si attaccava in spiaggia. Praticamente mi sembrava di essere in vacanza ed ho ripreso ad uscire quasi tutte le sere, specialmente se alla sera cera qualche ospite che voleva uscire ed offriva da bere 😀

Il tempo è volato, quando sono tornato a casa mi è sembrato di essere mancato una settimana, al massimo 10 giorni. ed invece sono passati 4 mesi. Quattro mesi di fatiche, sacrifici, ma allo stesso tempo di divertimento e tanta soddisfazione. I bambini che si aggrappano a te prima di andarsene, disperati per il ritorno a casa, genitori che piangono insieme ai figli e che vorrebbero rimanere li per sempre o portarti a casa con loro.
Hai fatto un sacco di nuove conoscenze, amicizie, esperienze.

In poche parole un esperienza da fare, anzi da rifare! Spero che con questo articolo persone dubbiose di fare o no questa esperienza si convincano e partano all’avventura!

Colgo l’occasione per ringraziare Lorenzo(mi ha convinto a fare la stagione), Marco(ha risposto hai miei mille dubbi e convinto in maniera definitiva), Christian(il capo animazione del Hotel Executive), tutti i miei colleghi, nonché tutto il personale del hotel( le receptionist, Pino e gli chef, Kato e i camerieri, le bariste, Viorica e le sue ragazze). Grazie anche a Andrea Falzaresi, Angela e Ivana che hanno un rispetto ed un trattamento per i loro dipendenti che non ho mai visto altrove.
Ma un grandissimo grazie va a Pasquale, il responsabile del animazione dei Family Hotel, che durante questi 4 mesi è stato un punto di riferimento, una guida, un salvagente da usare quando eravamo con l’acqua al collo. Il fratello maggiore su cui puoi sempre contare.

animazione 2015 hotel executive cesenatico

Grazie ragazzi, alla prossima stagione! 🙂

Questo articolo è stato scritto allo solo scopo di riportare la mia esperienza, non vuole pubblicizzare, diffamare niente e nessuno. Vuole soltanto essere un incipit ad eventuali persone che vogliono intraprendere questa strada. Tutte le foto nel presente articolo sono state prese da post pubblici e quindi visibili a chiunque da Facebook. Chiunque si dovesse sentire leso, da tale articolo può contattarmi alla pagina contatti.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *